Facebook Youtube
Frùttolo

Compiti per le vacanze: come aiutare i bambini a finirli

Quando finisce la scuola e iniziano le vacanze estive, sia genitori che bambini pensano che ci sia un sacco di tempo per fare tutti i compiti delle vacanze assegnati dagli insegnanti, prima che arrivi il momento di ricominciare.
Le vacanze, però, passano in fretta, e presto ci si ritrova a settembre con l'inizio della scuola alle porte e i compiti ancora da terminare. Cosa fare allora? Ecco una serie di consigli utili per aiutare i bambini a studiare e a finire i compiti delle vacanze.

Compiti delle vacanze?! Non fatevi cogliere impreparati!

I compiti delle vacanze sono una parte importante, seppure meno divertente, dell'estate di un bambino o di un ragazzo, che non può essere lasciata al caso ma deve essere accuratamente pianificata se si vuole che il proprio figlio arrivi a settembre con tutti i compiti delle vacanze completati e ancora un po’ di tempo per riposarsi. Come si fa a pianificare i compiti delle vacanze?

  • Per prima cosa dovete osservare come è organizzato il libro: è suddiviso in sezioni, ognuna delle quali contiene una materia, oppure le materie sono mischiate tra di loro? O, ancora, è composto da una serie di volumi?
  • Stilate un programma, creando una sorta di calendario nel quale inserire il numero di pagine che deve completare vostro figlio ogni giorno. Se ci sono delle pagine più impegnative tenetene conto, e per quel giorno programmate un po’ di compiti in meno. Inoltre, se c'è un libro da leggere, inserite nel programma anche un certo numero di pagine da leggere ogni giorno;
  • Suddividete il programma in base alle materie, alternandole ogni giorno, in modo da non rischiare che vostro figlio dimentichi le nozioni imparate durante il corso dell'anno;
  • Stabilite una fascia oraria da dedicare ai compiti che vada bene sia per voi che per vostro figlio;
  • Per rendere meno pesante l'esecuzione dei compiti delle vacanze, potete anche decidere di fare per prime le pagine più difficili, o quelle delle materie che piacciono meno a vostro figlio, e lasciare per ultime quelle più facili, delle materie che ama di più;
  • Cercate di attenervi il più possibile al programma cercando di invogliare vostro figlio a fare i compiti stabiliti per quel giorno, anche se non ne ha molta voglia, senza assumere posizioni troppo rigide;
  • Non cedete alla tentazione di fare i compiti al posto suo, ma aiutatelo offrendogli consigli sui compiti solo quando ve li chiede;
  • Non fategli iniziare i compiti non appena la scuola è terminata, ma lasciategli almeno un paio di settimane di tempo per riposarsi.

Seguendo questi consigli, vostro figlio dovrebbe arrivare a settembre con i compiti delle vacanze già fatti e avere così la possibilità di rilassarsi ancora qualche giorno prima di iniziare il nuovo anno scolastico.

I compiti delle vacanze sono una parte importante, seppure meno divertente, dell'estate di un bambino o di un ragazzo, che non può essere lasciata al caso ma deve essere accuratamente pianificata se si vuole che il proprio figlio arrivi a settembre con tutti i compiti delle vacanze completati e ancora un po’ di tempo per riposarsi. Come si fa a pianificare i compiti delle vacanze?

  • Per prima cosa dovete osservare come è organizzato il libro: è suddiviso in sezioni, ognuna delle quali contiene una materia, oppure le materie sono mischiate tra di loro? O, ancora, è composto da una serie di volumi?
  • Stilate un programma, creando una sorta di calendario nel quale inserire il numero di pagine che deve completare vostro figlio ogni giorno. Se ci sono delle pagine più impegnative tenetene conto, e per quel giorno programmate un po’ di compiti in meno. Inoltre, se c'è un libro da leggere, inserite nel programma anche un certo numero di pagine da leggere ogni giorno;
  • Suddividete il programma in base alle materie, alternandole ogni giorno, in modo da non rischiare che vostro figlio dimentichi le nozioni imparate durante il corso dell'anno;
  • Stabilite una fascia oraria da dedicare ai compiti che vada bene sia per voi che per vostro figlio;
  • Per rendere meno pesante l'esecuzione dei compiti delle vacanze, potete anche decidere di fare per prime le pagine più difficili, o quelle delle materie che piacciono meno a vostro figlio, e lasciare per ultime quelle più facili, delle materie che ama di più;
  • Cercate di attenervi il più possibile al programma cercando di invogliare vostro figlio a fare i compiti stabiliti per quel giorno, anche se non ne ha molta voglia, senza assumere posizioni troppo rigide;
  • Non cedete alla tentazione di fare i compiti al posto suo, ma aiutatelo offrendogli consigli sui compiti solo quando ve li chiede;
  • Non fategli iniziare i compiti non appena la scuola è terminata, ma lasciategli almeno un paio di settimane di tempo per riposarsi.

Seguendo questi consigli, vostro figlio dovrebbe arrivare a settembre con i compiti delle vacanze già fatti e avere così la possibilità di rilassarsi ancora qualche giorno prima di iniziare il nuovo anno scolastico.

E se a settembre i compiti delle vacanze non sono ancora stati terminati?

Se vostro figlio è arrivato a settembre senza avere ancora terminato i compiti delle vacanze, ecco cosa fare per aiutarlo a finirli in tempo:

  • Niente panico! Innanzitutto non agitatevi, ma mettetevi al lavoro e stilate un programma che comprenda le pagine che non sono state ancora completate;
  • Per fargli capire che è il momento di rimettersi al lavoro e invogliarlo a riprendere a fare i compiti delle vacanze, potete andare ad acquistare insieme il materiale scolastico che manca ancora all'appello, magari facendogli scegliere un oggetto speciale che gli piace particolarmente;
  • Non lasciatevi abbattere o anche vostro figlio si demoralizzerà pensando di non riuscire a finire i compiti in tempo. Cercate, invece, di mantenere un atteggiamento positivo e tentate di trasformare gli ultimi compiti in un gioco;
  • Fate in modo che il programma termini almeno una settimana prima dell'inizio della scuola. Quel periodo è importante per riprendere i ritmi della vita di tutti i giorni;
  • Evitate di sovraccaricarlo di compiti: quando stilate il programma cercate di non farlo troppo fitto altrimenti correte il rischio che vostro figlio non riesca a terminarlo e sia stufo di andare a scuola ancor prima di aver ricominciato a farlo;
  • Fate capire al bambino che le vacanze sono finite. Ha avuto modo di divertirsi per tutta l'estate, ma adesso è arrivato il momento di impegnarsi per terminare i compiti delle vacanze in tempo;
  • Cercate di eliminare le distrazioni: come già detto, scegliete insieme a vostro figlio un orario da dedicare ai compiti. In quel momento, la TV deve essere spenta e i fratellini devono stare lontani;
  • Invogliatelo offrendogli una piccola gratifica, come un dolce preferito o la possibilità di guardare i cartoni animati che ama di più, quando avrà completato la parte di compiti in programma.

Riepilogando, se volete che vostro figlio termini in tempo tutti i compiti delle vacanze, la cosa migliore è creare un programma non troppo fitto, che gli consenta di terminarli in tempo, ma anche di divertirsi e riposarsi. In fondo, le vacanze sono sempre vacanze!