Facebook Youtube Youtube
Frùttolo

Giochi da tavola per bambini: perché aiutano lo sviluppo del piccolo

Giochi da tavola per bambini: perché aiutano lo sviluppo del piccolo

I giochi da tavola sono parte integrante dello sviluppo delle capacità dei bambini, così come di quelle di quelle degli adulti. Giocando, il bambino impara a relazionarsi con gli altri, a interagire con l’ambiente e a stimolare le proprie abilità motorie. Attraverso il gioco, i bambini, man mano che crescono, apprendono cosa sia il problem solving, la strategia, il pensiero critico e creativo, la socializzazione e il divertimento: in altre parole, il gioco allena il cervello.

I benefici dei giochi da tavola nei bambini

Sono sempre più i genitori che cercano svaghi diversi e stimolanti per i loro figli, in modo da poterli allontanare dalle tecnologie più moderne e far sviluppare in loro capacità fondamentali per la crescita. Ma quali sono i benefici dei giochi da tavola sui bambini?

Sviluppo delle capacità cognitive e della memoria

I giochi di società, compresi quelli con le carte, favoriscono lo sviluppo delle capacità cognitive, del potere decisionale e del problem solving. I giochi di strategia stimolano l’ippocampo e la corteccia prefrontale. Ad esempio, giocare a scopa allena la mente a ricordare le carte che ci sono nel mazzo, e se i bambini giocano ripetutamente imparano anche a tenere a mente il punteggio e le carte rimaste.

Aumento dell'empatia

Dovete sapere che i giochi da tavola sviluppano anche l’empatia e aiutano a ridurre lo stress. Condividere risate, competizione, vittorie e sconfitte, aiuta ad aumentare l’empatia e la fiducia negli altri. Inoltre, trascorrere un po’ di tempo con i propri cari per giocare, abbandonando per un po' i cellulari, è un ottimo metodo per rafforzare il legame sociale in famiglia.

Controllo dell'impulsività

Con l’aumento dell’empatia e della concentrazione, i bambini imparano inoltre a riflettere sulle proprie azioni: l’azione di un giocatore comporta una reazione da parte degli altri partecipanti, ciò porterà il bambino a riflettere sulla prossima mossa.
Questo è un atteggiamento che i bambini metteranno in pratica anche nella vita di tutti i giorni, imparando ad essere meno impulsivi e più riflessivi.

Sviluppo del pensiero critico

Con i giochi da tavola, i bambini sviluppano, oltre alle capacità di prendere decisioni e di problem solving, anche l’idea di poter allenare la propria autostima e migliorarla. Come? Facendo notare ai bambini quanto siano diventati più bravi di partita in partita.

Accettare la vittoria e la sconfitta

Vi ricordate quando da piccoli vincevate la maggior parte delle partite giocate con i vostri genitori? Siete sicuri che sia un metodo ancora utile? In realtà, i bambini dovrebbero imparare ad accettare sia la vittoria che la sconfitta in egual misura, un concetto molto importante per la loro crescita. Il primo insegnamento per crescere è proprio quello di imparare che non sempre si vince e che è importante allenarsi per fare meglio alla prossima partita. Questo pensiero insegna anche a rispettare i compagni di gioco, sia quando si perde, sia quando si vince, e a comprendere il concetto di cooperazione e competizione in maniera civile, per diventare un domani persone migliori.

Quali tipi di giochi da tavola per bambini scegliere?

I classici giochi da tavola e di società, oltre a migliorare le abilità sociali e costruttive dei bambini, sono molto divertenti e richiedono l’uso di processi che utilizziamo anche nel corso della vita quotidiana, tra cui: la pianificazione, la previsione, l’anticipazione e il conteggio.

Giochi in scatola

Il domino, la dama, gli scacchi e il mikado, ad esempio, sono giochi antichi che promuovono il ragionamento logico-matematico, le capacità motorie e il coordinamento: giochi che non passano mai di moda e sono adatti a tutte le età.

Giochi di gruppo, di carte, con domande e risposte, ecc.

Con i giochi di gruppo i bambini imparano a sviluppare le competenze sociali: simulano le situazioni competitive e cooperative lavorando sulle relazioni interpersonali. I giochi di carte, di abilità e di memoria sono adatti per allenare la mente, sviluppare il pensiero logico, la concentrazione e l’osservazione. Vi ricordate il classico “Nomi, cose e città”?: i giochi di domande e risposte, sono delle eccellenti forme di intrattenimento e sono delle strategie efficaci per favorire e sviluppare il processo di apprendimento e di insegnamento. Non è un caso se i giochi a risposta multipla, con tracce o con risposte dirette, sono spesso usati nelle scuole: il limite di tempo promuove la creatività, il potere decisionale e l’autocontrollo, oltre a sviluppare il pensiero logico e il linguaggio.