Facebook Youtube Youtube
Frùttolo

Imparare i giorni della settimana in inglese

Imparare i giorni della settimana in inglese

Imparare i giorni della settimana sin da piccoli è una buona idea purché sia divertente! Nei bambini, il concetto di tempo si forma pian piano, quindi insegnare in tenera età come si chiamano i giorni può aiutarli a capire le conversazioni dei grandi. Si parte con il comprendere che lunedì è il giorno in cui inizia la settimana, ovvero il momento di andare a scuola e al lavoro, e che domenica è il giorno di festa. Naturalmente, potete insegnare anche i giorni della settimana in inglese con l’aiuto di libri, canzoncine o filastrocche tutto risulterà più semplice.

Come insegnare i giorni della settimana in inglese ai bambini

Sia che tu abbia molta dimestichezza con l’inglese, sia che tu non lo conosca bene, poco importa. In entrambi i casi, si può insegnare l’inglese, così come i giorni della settimana, in modo semplice e intuitivo. Da premettere che è importante adottare un approccio diverso a seconda delle proprie conoscenze e al livello di padronanza della lingua ma soprattutto bisogna munirsi di tanta, tanta pazienza. I giorni della settimana possono risultare un concetto poco semplice per i bambini che di solito li imparano in maniera implicita già alla scuola dell’infanzia.

Filastrocche e canzoni sui giorni della settimana in inglese

Esistono diversi modi di insegnare ai più piccoli i giorni della settimana in inglese, molto spesso si ricorre all'uso di canzoni e filastrocche che aiutano a fissare meglio quello che viene insegnato, rendendo più facile e divertente anche lo studio. Ricordate che i bambini imparano meglio con la musica! Alle scuole primarie, per insegnare i giorni della settimana, si ricorre anche ad altri metodi, come:

  • segnare sul calendario che giorno è in inglese: un esercizio semplicissimo che fatto ogni mattina aiuterà i bimbi a memorizzare i nomi dei giorni in pochissimo tempo;
  • creare un chart da appendere: magari attribuendo al bambino un compito preciso in base al giorno della settimana (ad esempio, "on Monday Luca getta la spazzatura").

Un’altra tecnica molto divertente, utile a stimolare l’apprendimento è il “total physical response” collega la ripetizione dei giorni ai movimenti del corpo, invitando i bambini a ripetere i nomi della settimana ad alta voce (say it loud), a bassa voce (say it quite), battendo le mani (clap it out) e battendo i piedi (stamp it out).

Per prima cosa chiedete ai bambini di ripetere insieme i nomi della settimana in inglese e poi di scriverli su un foglio o un quaderno. È fondamentale ricordare che in inglese la settimana inizia di domenica e che tutti i giorni vanno scritti con la prima lettera maiuscola:

  • Sunday=domenica
  • Monday=lunedì
  • Tuesday=martedì
  • Wednesday=mercoledì
  • Thursday=giovedì
  • Friday= venerdì
  • Saturday=sabato

Rafforzate ciò che hanno imparato con alcune attività, come:

  • mettere in ordine i giorni della settimana, facendo ritagliare ai bambini sette strisce di carta su cui dovranno scrivere i nomi. Dopo averli scritti, mischiate le strisce e chiedete loro di metterle in fila dal primo all'ultimo giorno della settimana;
  • se i bambini conoscono i numeri, potete farli associare ai giorni della settimana. Ad esempio, l’1 sarà Sunday, 2 sarà Monday, e così via… A voi spetta il compito di chiamare il numero, mentre ai bambini, quello di associare il numero al giorno attribuito.

Quest’ultimo esercizio può essere anche eseguito per iscritto rendendo l’attività più coinvolgente. Grazie a questi semplici consigli i bambini impareranno i giorni della settimana in pochissimo tempo!

Avvicinare il bambino all’inglese: perché

Insegnare l’inglese ai bambini, soprattutto se non si ha una buona padronanza della lingua, non è proprio una passeggiata. Possiamo però avvicinarli con tante attività che stuzzicheranno la loro curiosità e stimoleranno l’apprendimento. Conoscere l’inglese non è solo un valore aggiunto nel mondo del lavoro o dei viaggi, ma offre numerosi benefici sullo sviluppo dei bambini, e poi anche perché imparare da piccoli l’inglese è molto più semplice che da adulti.

Perché è importante imparare l’inglese sin da piccoli

Dal momento che l’inglese è parte fondamentale della nostra società, oggigiorno sono molti i genitori che pensano al futuro dei propri figli introducendoli subito alla conoscenza di questa lingua. Conoscere l'inglese è un vantaggio non solo dal punto di vista lavorativo: il confronto con due o più lingue allarga la mente e la visione della propria vita, offrendogli una nuova ricchezza.

A che età si può iniziare con l'inglese?

Confrontarsi con due lingue permette al bambino di distinguere le informazioni ricevute, portandolo a una selezione automatica, molto utile nel suo processo di apprendimento. In futuro, il bambino avrà la capacità naturale di pensare e strutturare la stessa frase in due lingue diverse. Alcuni studi hanno dimostrato che, sin dai primi anni di vita, i bambini apprendono e fissano i suoni riuscendo a distinguerli per ogni lingua.

Poco importa se il bambino sappia già leggere o scrivere perché nei primi anni incanala e fissa i suoni in maniera automatica, assorbendo più informazioni possibili. Dai sei anni in poi, l’apprendimento non sarà più così naturale e automatico ma andrà diminuendo. Ecco perché è importante insegnare l’inglese sin da piccoli, imparare da grandi costa non solo più tempo ma anche più fatica.

Per facilitate l’apprendimento nei più piccoli può essere d’aiuto:

  • affiancare il bambino nell'apprendimento, soprattutto la ripetizione di vocaboli e il dialogo aiutano la memorizzazione,
  • guardare insieme cartoni in inglese,
  • mettere costantemente a confronto il bambino con l’inglese in modo che acquisisca familiarità con la lingua giorno dopo giorno ,
  • fare scorta di DVD, CD, libri e canzoni,
  • adottare la regola che quando si gioca, si parla o si canta in inglese si deve parlare solo in inglese,
  • decidere che in macchina si parla e si cantano canzoncine in inglese,
  • comprare giochi da tavola in inglese,

scaricare app per imparare l’inglese.

Inglese per bambini: perché è importante iniziare subito

L’inglese è la lingua ufficiale in oltre 50 Paesi, parlata da circa 1 miliardo e mezzo di persone nel mondo. Imparare l’inglese non ha età, ma è anche vero che prima si impara meglio è… Ecco allora le attività creative e didattiche da svolgere con i tuoi bambini per apprendere l’inglese in maniera facile e piacevole, qualunque sia il tuo livello d’inglese:

  • prova a sperimentare in cucina dei dolci tradizionali inglesi insieme a tuo figlio, leggendo l’intera ricetta in inglese.
  • scrivi i nomi di mobili in inglese e attacca dei post-it in giro per la casa, prova poi ad organizzare una bella caccia al tesoro.

fai entrare la lingua inglese nella vita quotidiana dei tuoi bambini: cerca storie in inglese da leggere prima di andare a dormire.

I vantaggi di studiare l’inglese da piccoli

I bambini hanno l’abilità di imparare una lingua in fretta, una grande memoria e una notevole capacità d’imitazione. Ma quali sono i vantaggi per i bambini che crescono imparando l’inglese?

Migliora le capacità cognitive e creative

Recenti studi hanno dimostrato che i bambini che si avvicinano alla lingua inglese in tenera età sviluppano maggiori capacità cognitive e creative rispetto ai coetanei che non lo fanno. Sviluppano, in particolare, le capacità di pensiero critico, la creatività e la flessibilità mentale e stimolano inoltre il cervello con parole nuove, utili in futuro.

Stimola l’apertura mentale

Grazie all'apprendimento della lingua, i bambini migliorano la memoria, imparano a gestire attività di analisi e problem solving, rafforzano le competenze decisionali e limitano le distrazioni. Imparare sin da piccoli un’altra lingua aiuta i bambini ad affrontare le sfide di un mondo sempre più multilingue e multietnico.

Aumenta l’autostima

Imparare una nuova lingua come l’inglese è una soddisfazione non solo per gli adulti, ma anche per i più piccoli! Apprendere l’inglese in tenera età sarà per i bambini un’esperienza senz'altro piacevole e divertente che aumenta la propria autostima e sicurezza. Il senso di gratificazione provato per l’apprendimento della nuova lingua può aiutare a far nascere nei vostri bambini una curiosità per l’apprendimento in generale, che potrebbe favorire il proprio rendimento scolastico.

Cose da fare e non fare

Dopo i 3-4 anni il bambino è in grado di seguire anche un corso di inglese. Può essere coinvolto in attività e giochi di ruolo che gli consentano di rapportarsi e interagire con il gruppo, il tutto in un ambiente colorato dall'atmosfera accogliente.

  • L’apprendimento della lingua inglese deve essere sia divertente che stimolante. Deve dare la stessa soddisfazione che può dare la risoluzione della prima moltiplicazione o la vittoria al gioco dell’oca,
  • se iscrivete il bambino a un corso, è consigliabile che abbia una durata totale di 50 ore annue, e che venga frequentato per almeno 3 anni consecutivi. Naturalmente, è più importante la frequenza che la durata!
  • non misurate le capacità linguistiche e lo stadio di avanzamento del bambino in base a come parla, perché al contrario si rischia di produrre in lui un atteggiamento di rifiuto e di chiusura,

Cercate di interagire con il vostro bambino, stimolando il lui la voglia di imparare l'inglese. Ad esempio, chiedete in inglese, di riempirvi un bicchiere d’acqua o domandate dove si trovino le chiavi della vostra auto e guardate se risponde con un’azione.

Quali libri scegliere per imparare l’inglese

Leggere storie in inglese ai bambini è un’ottima pratica per migliorare la comprensione dei suoni e arricchire il vocabolario con nuove parole: i libri con CD audio sono perfetti per far imparare l’accento anglofono; i libri con immagini sono la soluzione ideale per imparare i vocaboli; i libri in inglese , con testo a fronte in italiano, raccontano storie molto semplici, con immagini e dialoghi nelle due lingue. Per mantenere la motivazione è importante suscitare interesse, quindi è importante scegliere un libro adatto all'età del bambino, in questo modo potrà sentirti coinvolto.

Quali canzoni e filastrocche in inglese scegliere

Un altro modo molto interessante, intuitivo ed efficace è l’ascolto di canzoncine e filastrocche semplici per imparare nuovi termini e capire quale sia la pronuncia corretta. Possono essere d’aiuto anche canali online per bambini, con video dedicati al loro apprendimento, che mostrano contenuti in inglese senza sottotitoli, incentrati su temi come: imparare l’alfabeto o i nomi degli animali, lavarsi i denti, ecc.

Guardare cartoni animati in inglese

Dopo una piacevole lettura o un video in inglese, potete proporre anche dei cartoni animati in lingua inglese da guardare insieme, magari prima con i sottotitoli e poi senza: questo aiuta senza dubbio a migliorare la comprensione orale.

Campi estivi per imparare l’inglese

Un altro modo divertente e interessante per far apprendere la lingua ai vostri figli è partecipare a un campo estivo dedicato all'inglese. Un luogo in cui i bambini non solo faranno nuove amicizie ma potranno immergersi completamente nella lingua inglese attraverso il gioco. Sfruttate la situazione anche quando siete semplicemente in vacanza, cercando di far comunicare i vostri bambini con i coetanei che parlano inglese.

Insomma, ci sono tanti modi per insegnare i giorni in inglese e far apprendere questa lingua straniera ai vostri bambini, ma non abbiate fretta: date tempo e fiducia a vostro figlio che pian piano vi stupirà!