Facebook Youtube

Yogurt snack

Quando sentite la parola snack cosa vi viene in mente? Molti di noi potrebbero pensare alle tipiche merendine confezionate, magari golose e al cioccolato o anche salate e sfiziose, come quelle che troviamo nei distributori automatici, o che vi tentano mentre aspettate in fila alla cassa del supermercato.

Quali che siano le vostre preferenze, la parola inglese snack in italiano può essere tradotta come "morso" e "boccone", andando ad indicare quegli alimenti che possono essere consumati velocemente, in pochi bocconi, anche stando in piedi, in un tipico snack bar.

Oggi, per uso comune, si tende più ad assimilarla ai nostri "spuntino" e "merenda", sempre intendendo un mini pasto che non necessita di grosse preparazioni e che può essere mangiato velocemente, per mettere quiete al nostro stomaco affamato tra i due pasti giornalieri principali, ossia il pranzo e la cena.

L'importanza dello spuntino

Anche se molte persone non li considerano affatto, molti esperti in materia di nutrizione ed alimentazione inseriscono lo spuntino di metà mattina e la merenda di metà pomeriggio tra i pasti regolari della giornata, che salgono quindi a cinque anziché i tipici tre, colazione, pranzo e cena.

Anche i dietologi specialisti, quando prescrivono un piano alimentare o una dieta ipocalorica, tendono sempre ad aggiungere tali spuntini, considerandoli due momenti importanti, e non aggiuntivi e opzionali, del nostro apporto calorico quotidiano.

Yogurt come snack

Mangiare poco e spesso, dicono alcuni, è il segreto per rimanere in forma. Questo può essere vero, purché tali spuntini siano pianificati, bilanciati ed equilibrati, perché l'improvvisazione non è amica della linea.

Su consiglio del vostro medico o dietologo, potete calcolare come distribuire l'apporto calorico ed energetico nel corso della giornata, in modo da non arrivare al pasto successivo con una fame esagerata, rischiando quindi di eccedere per ritrovare la desiderata sazietà, che in tanti casi si risolverebbe comunque in una sensazione momentanea ed apparente.

Se praticata regolarmente, l'abitudine di fare cinque pasti nell'arco di un'intera giornata, aiuta ad accelerare il metabolismo, permettendoci di mantenere sempre buoni livelli di calorie ed energie e aiutandoci a non accumulare grassi in eccesso.

Dato che, per digerire completamente un pasto, ci vogliono dalle 3 alle 4 ore, anche se dipende molto da cosa si è mangiato e dal nostro metabolismo, il momento ideale per concedersi uno spuntino è almeno due ore dopo il pasto precedente e almeno due ore prima da quello successivo, per cui gli orari più quotati sono le 10 e 30-11 di mattina e le 17-17:30 di pomeriggio.

Questa è una regola generale, perché i tempi di digestione di un pranzo pasquale sono molto diversi da quelli di un pranzo normale, per cui, dopo una mangiata consistente, potreste non sentire la necessità di uno snack. Inoltre, il fabbisogno calorico di un giovane che pratica sport è certamente diverso da quello di un impiegato che conduce una vita sedentaria, per cui la frequenza e soprattutto la consistenza dei loro spuntini sarà molto diversa. Da qui, l'importanza di pianificare i propri spuntini e quindi di scegliere gli snack più indicati in base alle proprie esigenze e al proprio stile di vita.

Lo yogurt come snack salutare

Una pratica salutare è, quindi, dedicare una piccola parte della giornata al nostro benessere alimentare, ritagliandoci il giusto tempo da dedicare allo spuntino di metà mattina, in genere verso le 10:30-11, e alla merenda di metà pomeriggio, verso le 17.

Il giusto tempo significa non buttarsi sulla prima pietanza improvvisata e preconfezionata, come una merendina o un pacchetto di patatine, perché è possibile organizzarsi senza troppo sforzo e regalarsi uno snack leggero e salutare, per esempio sfruttando i benefici offerti dallo yogurt.

Si tratta di un latticino molto particolare perché, data la sua esigua presenza di lattosio, può essere consumato senza grossi problemi anche da chi è intollerante.

Lo yogurt è infatti un derivato del latte, che si forma dalla sua fermentazione grazie all'azione di minuscoli microrganismi, ossia i fermenti lattici ed i batteri probiotici. Secondo la legge italiana, perché uno yogurt possa essere definito tale, deve contenere almeno due di questi lattobacilli, lo Streptococcus Thermophilus e il Lactobacillus Bulgaricus.

Sono proprio i batteri probiotici a migrare nel nostro intestino quando assumiamo lo yogurt e a proteggerlo in molto modi, in primis come integratori naturali della nostra flora batterica e, in generale, facilitando i processi legati alla digestione e all'assimilazione di proteine e vitamine. Di entrambi, infatti, gli yogurt sono ricchissimi, quindi eleggendoli a nostro snack preferito, regaleremo al nostro corpo una ricca dose di sostanze benefiche e di energia.

Snack allo yogurt per bambini

Nel caso dello yogurt, per la fortuna delle mamme, salute va a braccetto con bontà, quindi non sarà difficile proporre ai propri bambini di mangiarlo. Oltre alle versioni da bere, comode da portare a scuola o da consumare tra un gioco e l'altro, ci sono i golosissimi yogurt alla frutta, tra i quali potrete trovare il gusto perfetto, che saprà rendere felice il vostro bimbo.

Dalla fragola, alla pera, alla banana, ai frutti di bosco, troverete sicuramente il vasetto che fa per loro; l'unica accortezza da parte vostra sarà quella di controllare sulla confezione che gli aromi e i coloranti che gli danno quel bel colore e quel delizioso profumo siano innocui e di origine naturale.

Inoltre, per variare un poco e proporgli una merenda o uno spuntino equilibrato a base di yogurt, potete anche preparare una morbida torta o dei fragranti biscotti con questo ingrediente e proporglieli nei giorni a seguire come semplice snack, da inzuppare nel latte della colazione, o da mangiare con la marmellata a merenda.

Per realizzare questi semplici impasti dolci troverete un ottimo alleato nello yogurt greco, un tipo di yogurt più denso e cremoso di quelli tradizionali, perfetto da utilizzare in cucina.

Un'idea facile e veloce per l'estate, può essere quella di utilizzare lo yogurt greco per realizzare delle cremose mousse, magari alle fragole o ai kiwi, per organizzare delle merende con gli amici, proponendogli uno snack fresco come un dessert e sano come uno yogurt.

Yogurt come snack

Snack allo yogurt per tutti

Oltre ai bambini, anche gli adulti e tutta la famiglia possono eleggere lo yogurt a snack prediletto, anche perché, con un po' di fantasia, è possibile creare delle sfiziose varianti fai da te, in base ai propri gusti e agli ingredienti che si hanno in casa.

Per i puristi, lo yogurt bianco al naturale, con il suo lieve sapore acidulo e la sua lieve consistenza, è perfetto e piace così com'è. Per chi ama variare o mal sopporta questo tipo di acidità, si può aggiungere della frutta fresca di stagione, un cucchiaio di miele o di marmellata o anche, per aggiungere una nota croccante e un po' di fibre, dei cereali integrali o della frutta secca.

Per chi invece, per placare gli attacchi di fame, soprattutto quelli mattutini, preferisce gli snack salati, non è detto che lo yogurt non possa fare comunque al caso suo.

Lo yogurt greco e lo yogurt al naturale possono essere infatti usati per creare impasti e sfoglie per torte salate, da dividere in comode fette da portare come spuntino in ufficio o come merenda in palestra. Inoltre, con lo yogurt si possono creare sfiziose salse spalmabili sui crostini, per creare uno snack sfizioso ed invitante, che da merenda potrà trasformarsi in un aperitivo.

Anche chi ha delle intolleranze, al glutine o al lattosio, o chi è vegetariano, può trovare nello yogurt lo snack perfetto per i suoi spuntini, anche perché esistono gli yogurt fatti con latte vegetale. Che siano ricavati dal latte di soia, di riso, d'avena, anche questi yogurt sono indicati per essere consumati di prima mattina, magari associati a un bel bicchiere di spremuta fresca o qualche fetta di pane integrale e marmellata o a due o tre fette biscottate (naturalmente senza glutine nel caso di soggetti celiaci).

La conta delle calorie

Ma, siamo sicuri che qualunque yogurt possa essere lo snack perfetto per saziarci restando in forma? In effetti, dando un'occhiata nel banco frigo dei supermercati, possiamo trovare un'enorme varietà di yogurt, dai differenti valori nutrizionali e dal variabile apporto calorico, per cui, in base alle nostre esigenze, dobbiamo scegliere con attenzione il prodotto che fa al caso nostro.

Le creme di yogurt e gli yogurt con aggiunta di cacao, crema di vaniglia e praline sono infatti molto golosi ed invitanti ma, al tempo stesso, con un discreto contenuto di grassi; per cui chi pratica sport o fitness ed è abituato a snack più semplici e leggeri come le barrette ipocaloriche, potrebbe trovare questa qualità di yogurt fin troppo calorica e pesante, anche dal punto di vista della digeribilità.

Anche lo yogurt magro potrebbe trarre in inganno perché, in alcuni casi, per renderlo più dolce, gli vengono aggiunti degli zuccheri artificiali e dei dolcificanti, uno tra tutti l'aspartame, molto più dannosi rispetto allo zucchero naturalmente contenuto nel latte.